CD e altre musiche di ottobre, di F. Nuzzo

Joseph Haydn    

Cello Concertos 1 & 2 – Xenia Jankovic: violoncello, St Georges Strings – Calliope(50’34)

Più o meno consapevolmente siamo tutti condizionati dai primi incontri con un’opera musicale. Sono stato, quindi, colto di sorpresa all’inizio dell’ascolto di questa nuova incisione di due capolavori del repertorio della musica per violoncello.

I due Concerti di Franz Joseph Haydn – che il compositore (ma qualche dubbio sull’attribuzione sussiste ancora per il primo) scrisse per due virtuosi, Joseph Weigl e Antonin Kraft, come lui alle dipendenze della corte del principe Paul II Anton Esterházy – hanno all’origine un organico che comprende oboi e corni, due strumenti che danno all’orchestra uno slancio piccante, quasi percussivo, introducendo ed incoraggiando le impennate del solista.

È questa la prima registrazione che ascolto di una trascrizione per violoncello ed orchestra d’archi, e non riuscivo ad immaginare cosa avesse indotto la brava Xenia Jankovic a questa scelta, se non, forse, il piacere di essere accompagnata dai valorosi archi dei St Georges Strings, un ensemble che, dopo i primi successi di Belgrado, ha rapidamente conquistato una rinomanza internazionale.

“Sono stata tentata – ha detto Xenia – di trovare un modo particolare di suonare questi Concerti con un’orchestra d’archi, e di creare una versione nella quale non si senta la mancanza dei fiati dell’edizione originale. L’arrangiamento di Mladen Miloradovic per archi è particolarmente riuscita, e dà ai St Georges Strings la possibilità di mettere in valore le sue sonorità ed un virtuosismo fur dal comune”.

Il risultato è, comunque, dopo la sorpresa iniziale, estremamente gradevole, grazie sopratutto al virtuosismo ed alla bellezza del suono dello strumento di Xenia.

Pubblicato il 2 ottobre 2017 in , da Ferruccio Nuzzo